G.S. Villa Guardia - Tecnoimpianti 6-1

Fotografie

Note: standing ovation in smoking sulla panca avversaria all'uscita di Vaniglia.

Gaba: 7. I compagni lo proteggono che meglio non si può, poco impegnato. Una certezza nelle uscite, terrificante nel comandare la difesa. Stampa sulla traversa la sua ostinata ricerca del gol: se avesse segnato, l'assente webmaster non si sarebbe dato pace per non aver presenziato a una primizia da statistica. Hulk.

Simo: 5,5. Duella di spada con il provocatorio tencoavversario tuffatore. Eccede proprio quando non serve e l'arbitro lo doccia dopo mezza gara. Peccato.

Berna: 8. Piede caldo, timbra il cartellino spolverando l'angolino. Poi si blocca, forse impressionato dalla sua stessa potenza. Copacabana.

Nicola: 7. Dicono non salti di testa ma provate voi a farlo alla cieca. Vanifica la rete personale optando per un classico paso doble mentre il pubblico invoca il cucchiaio. Legnoso.

Claudio: 7,5. Altra prestazione speciale, dirigendo elegantemente il traffico in mezzo al campo. Ancora tra i goleador. Zizou.

Ricky: 7,5. Il ruolo lo esalta, lui esalta il pubblico con un esterno vellutato che taglia le velleità degli ospiti. Giardinero.

Vaniglia: 8,5. Nell'intervallo arringa i compagni: «Datemi amme la palla che ci penso io». Parole grosse? Tunnel, sgroppate, doppietta, bordate al volo, spalti in delirio, fans che si strappano i capelli che manco i Beatles tutti insieme o Gigi D'alessio tra migliaia di guappe. Ciclopico.

SoloAle: 7,5. Rileva Zizou e lo imita non facendosi mancare niente di niente, neanche il gol. Fotocopia.

Pendolino: 7. Più che Cafu, troppo lento, adesso il riferimento è Mancini Mansini. Finalmente sui binari, dopo il fastidioso infortunio in
preparazione. Rapido.

Gomma: 7. Reduce dall'infermeria, trova spazio per mettere in mostra il suo repertorio. Più volte vicino al gol, fa da elastico tra centrocampo e attacco. Si modella ad ogni esigenza della squadra. Plastilina.

Gigi: 7. Altro innesto dopo assenza prolungata. Interpreta il match come una corrida (d'altronde nel corazon tiene l'Espana) e si butta pure alla ricerca del gol. Ripreso dal mister stenta ad ubbidire facendo confusione di ruoli: in campo sono prima presidente o giocatore, o tutte e due? Berlusconi.

Mister: 8. Una prova da ricordare, più da pandoro con zucchero a velo che da panettone. Cucina una partita profumatissima. Pasticciere.

La curva: 7,5. Malgrado la pesante assenza di Coltellino, il tifo organizzato spalleggia a dovere la serata di grazia dei villans e di Vaniglia. Estasiati.