Gara amichevole contro i laghèè

Gara amichevole per riprendere confidenza con il ritmo partita, contro una selezione di laghee amici di Paolo “Nonnie” (NONNO + RONNIE) Agostinelli. Tra gli avversari spiccava in porta Luca Fusi ex giocatore di Como, Samp, Napoli e Juve. Risultato 4-2 per i VILLANS che si avvicinano così alla ripresa del campionato prevista per sabato 26.

Pagelle:

VILLANS SPERIMENTALE 1° TEMPO

Luca Millefanti: il più coperto di tutti, urla contro i compagni mostrando senso di superiorità dopo la partita da titolare in prima categoria e il rigore parato ieri sera. Voto 7.

Luca Corti: spaventa gli avversari con discese portentose che però portano a conclusioni inevitabilmente così così a causa dei riflessi non più lucidi. Voto 6 ½.

Simone Gaffuri: nulla di particolare né in bene, né in male, di lui si ricordano i quattro tentativi nel giro di otto secondi per tentare di mettere a terra un pallone. Voto 6.

Claudio Botta: sparisce spesso nella polvere ma quando riappare cerca sempre di tirare fuori il colpo ad effetto, buoni due assist, male due tiri. Voto 6.

Alessandro Crescenzo: ieri sera aveva in mente solo il dribbling e gliene sono riusciti parecchi. Ha cercato di dare una mano alla difesa e all’attacco ma il fiato e la forma sono da recuperare anche per lui. Voto 6 ½.

Roberto Regazzoni: spina nel fianco della nostra e della loro difesa, si spinge spesso in avanti galvanizzato dai compagni in panchina che hanno lodi solo per lui. Cerca il gol da fuori ma Fusi dice no. Voto 6 ½.

Paolo Agostinelli: sentiva la partita in modo particolare, anche se ha confessato al sottoscritto che le partite vere per lui sono altre. I compagni della panchina lo paragonano a Ronaldo dal suo primo rientro. Tanta classe ma un appesantimento generale. Trova il gol che sognava da qualche giorno. Eppure i Villans più perfidi, Berna in testa, giuravano che avrebbe giocato contro di noi. Generosissimo combattente finisce stremato ma felice. Voto 8.

VILLANS ULTRASPERIMENTALE 2° TEMPO

Luca Millefanti: prende un gol per tempo ma in questa frazione ha più da sgolarsi visto che la difesa imperniata sul solo Toro Rega fa acqua dappertutto.

Luigi Regazzoni: prestazione un po’ sottotono causata forse dall’impressione che ha destato suo fratello nel primo tempo. Quando parte nei coast to coast tutti si fermano estasiati a guardarlo. Peccato li concluda sempre con tiri da dimenticare in fretta tipo il passaggio fatto a Fusi ieri sera. Complesso di soggezione. Voto 6

Luca Livio: tenta di emulare l’omonimo Corti nelle discese alla Cafu ma è tutta un’altra cosa. Cerca anche il lancio lungo ma è un po’arrugginito. Forse non riesce a trovare la sua vera identità senza il gemelbotolino Lallo. Voto 6

Nicola Gini: passerà alla storia il suo berretto in lana azzurra con pon pon bianco che ha sfoggiato durante il match di ieri sera. Passeggia, corricchia e si preserva per quando dovrà dare tutto. Voto 6 ½

Riccardo Galante: un gol dei suoi rubando il tempo all’avversario diretto, tre-quattro tentativi importanti e un gran movimento tra centrocampo e attacco. E’ già pronto per il girone di ritorno, sperando che qualche improvviso infortunio non lo levi di mezzo. Voto 7.

Davide Crescenzo: due pali, qualche pausa dovuta al fiato che ha dimenticato a casa e un gol in pallonetto valso i complimenti di Fusi a fine partita. Questo ragazzo ha un futuro. Voto 7.

Stefano Veneroni. A fine partita capisce che la porta nella quale doveva segnare non era quella più piccola, da tempo è a digiuno ma noi fiduciosi sappiamo che i suoi gol pesanti arriveranno quando necessario. Utilissimo come sponda per i centrocampisti. Voto 6 ½


Pagelle FUSI&SCARSI

LucaFusi&Vanni= 8 per\in due
Dopo essere stati presenti alla prima assoluta dei Villans e dopo aver presenziato alla piu' fredda prestazione dei rigati biancoblu alla Bombonera quando anche il termometro era fuggito al caldo della Siberia i nostri Cip&Ciop coronano il loro sogno di giocare contro i propri idoli. Saracinesca in-superabile Cip, alla ricerca disperata della palla, quasi fosse una nocciolina, Ciop. Quest'ultimo tradisce in pizzeria il perché della sua presenza in campo: il dopo; mentre Cip non mangia estasiato dalla presenza di 3 villans (e che villans!)

Fabrizio Valvassori= 7
Giuoca e interpreta il Fussbal come l'omino Michelin: nell'ordine sfoggia
scarpa in pelle di foca monaca in via di estinzione con calzettoni incorporati, doppia tuta di flanella della nonna,innumerevoli cannotte mezzemaniche, maglietta opel all'effemberg e come ciliegina sulla torta un paraorecchi D.L.626. In campo non lesina la corsa e il dai e vai tu che io sto qui a coprire appena perdi palla.
Bellissimo e profumatissimo in pizzeria ove sperava di incontrare la famosa\formosa cameriera di Nonnie.

Stefano Ferrari= 7
L'etabeta di Lezzeno estrae tutto il suo bagaglio a mano calcistico, stop&rinvio, stop&rinvio, stop&rinvio, corsa sulla fascia destra e cross, corsa sulla fascia sinistra e cross come se piovesse; grande prestazione se non avesse rovinato tutto in pizzeria rispolverando agli astanti l'ultimo anno scudetatto nerazzurro scandendo minutoxminuto tutto il girone di ritorno.

Graziano Moretti= 7,5
Forrest Gump al quadrato corre in ogni angolo del campo, dettando tempo e ritmo alla partita dei fusi&scarsi. Tenta ripetutamente di mettere il suo nome sul display non riuscendoci per un pizzico de malasuerte. Potrebbe rientrare nel calciomercato estivo dei Villans, Moggi permettendo..

Luca Molinari = 7
El Matador pareggia di classe il gol del nonno: ed è pareggio!! (ndr gli altri goals villans a Lezzeno non contano). A lui il merito di avere portato a casa un punto che sulle sponde del Lago vale Oro. Anche questa volta Invincible Armada contro il nonno non ha perso.

Martino = 8, ma in pizzeria
Il Gargamella del Làg risparmia forze e (S)forforo in campo per darsi anima e corpo in pizzeria.Dove mangia tranci di pizza come fossero puffi. Raccontano le cronache che il giorno appresso abbia fatto visita solitaria al Pulcinella per godersi lo stesso metro di pizza che la sera precedente aveva dovuto dividere.